venerdì 5 ottobre 2007

Sipario(ovvero L'Amore e i suoi Misteri)


Ecco...
tu mi guardi e io aspetto
quella strana luce nel tuo sguardo
quella specie di sipario
fra il mondo ragionato e quel sottile desiderio
di tutto il prima appena dopo il mentre
quel prima che ci strugge
col suo tempo
lentamente
che fa brillare nei tuoi occhi come il sole fra le onde
l'ennesima promessa del prossimo biglietto
di un viaggio solo andata dove nasce la tua gioia
a sud del tuo cuore verso il tuo angolo più stretto
poi...
nel dopo di tutto il mondo intorno
come sempre accade
sulla strada dell'inevitabile ritorno
con tutta questa vita addosso
in questo cielo senza stelle
ci eclissiamo
per cercarci ancora
irrimediabilmente persi
in questa ruvida e sincera
urgenza della pelle.

13 commenti:

Angie ha detto...

Caspita..molto intensa..fortunata la musa ispiratrice!
:-)

Dani ha detto...

Musa è la Donna...a cui l'amor si ispira...
come sono languido stasera...
come un bignè affogato nella birra....

Angie ha detto...

Allora sei pure Buono!!!
:-D

daniela ha detto...

Una bella farina. Qualità doppio zero? :-)
Mi piace "con tutta questa vita addosso" e "urgenza della pelle", soprattutto.
Ciao!

Elle ha detto...

Beh te lo confesso...le tue poesie mi incantano. Sono originali e profonde. Mi unisco a Daniela...l'ultima frase è sensazionale.L'ho già detto tempo fa...a pelle sei un vero artista sotto tutti i punti di vista. Sei una persona piacevolissima ;)
Un bacio

Dani ha detto...

...è a tutte voi che dedico le mie rime malbaciate come un goffo Cyrano dei nostri tempi così stretti...e appunto con tutte queste vite addosso troviamo il tempo per ascoltarci ognuno perso dentro le sue urgenze...vera la vita scritta con i versi del cuore...
oltre che languido sono pure un pò mbriaco...reduce da il "pranzo agricolo"offerto dall'azienda per festeggiare la fine della vendemmia....
si decisamente mbriaco..assaggia qui..senti questo...questo è il meglio e via dicendo...oopppss bevendo....grazie Muse grazie donne che donate al mondo ogni giorno nuovi ardore e antiche speranze....

orchideablu ha detto...

....l'ennesima poesia che incanta,
che fa rimanere incollata al tuo post a bocca aperta...
Penso al viaggio di sola andata con tutti gli annessi e connessi :-)

Kniendich ha detto...

Il senso della "vita addosso" come quel qualcosa che avvertiamo materialmente nella nostra vita ma che inevitabilmente non ci pesa... fa riflettere quanto sia bella la vita in ogni sua forma, e tu caro Dani, come sempre ne sei attento osservatore e ottimo narratore..

Blue Rose ha detto...

Caro Dani, ti ringrazio tanto ma tanto, ma non sono io veramente a esser brava con le parole, non scrivo poesie, non sarei capace... non è da tutti scrivere come te, arrivo qui e mi stendi (nel senso che resto molto colpita, come nei post precedenti).
Sai mi piace tutta quella luce e quel brillìo negli occhi, perchè è vero che certi momenti ci accendono...
E il viaggio è di sola andata, ma ci sarà inevitabilmente un'altro viaggio, e un altro e un altro...per via dell'urgenza della pelle e del cuore.
Buonanotte (o buongiorno) :)
Blue Rose

patty ha detto...

molto bella, complimenti...a..anche le sculture sono tueee??????cavoli ma sei bravissimo ^_____^!!!!!
grazie della visita cmq, torna presto a trovarci!!!!!

pavel ha detto...

Ciao Dani,
grazie per la visita su trentasenza,ne ho approfittato per venire a curiosare da te...
Poesia profonda,intensa,molta bella,onirica...complimenti...
a presto

Daniel ha detto...

Bella, tra il passionale e l'onirico, senza mai pendere troppo da una parte.
In particolare trovo splendida la chiusa.
Un piacere avere scoperto questo blog.
Ciao
Daniel

Carletta ha detto...

No comment .....